Drücken Sie „Enter“, um den Inhalte zu überspringen

Politikpoker.com featured Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Politikpoker.com featured
I numeri del contagio in Italia salgono ancora: in tutto, dall’inizio dell’epidemia 74.386 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2, mentre le vittime sono 7.503 (qui l’ultimo bollettino diffuso dalla Protezione civile | e la mappa della situazione in Italia). Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha accusato questa mattina sintomi febbrili. Cambia l’elenco delle attività produttive considerate essenziali dopo l’incontro tra governo e sindacati (qui l’elenco completo aggiornato). La Spagna conta oltre 3.600 morti, più della Cina. Nel mondo è stata superata la quota di 470mila contagi. In Italia, il 25 marzo è stato pubblicato in gazzetta ufficiale l’ultimo decreto voluto dal governo per contenere l’epidemia, che stabilisce che multe immediate di circa 200 euro per chi si sposta senza motivo e arresto per chi viola la quarantena (qui i dettagli).

Articolo in aggiornamento…

Ore 08.50 – Renzi: «Prima pensavamo ad alternative a Conte, ora c’è da stare tutti insieme»«Prima del coronavirus c’era tensione con Conte, stavamo pensando a soluzioni alternative. Ora c’è da stare tutti insieme», ha detto Matteo Renzi a Circo Massimo su Radio Capital. «Tutti devono sostenere il presidente del Consiglio e tutti i presidenti delle Regioni, tutti», ha aggiunto il leader di Italia Viva, «ma questo non vuol dire che tutto è stato fatto bene. Ora l’importante però è affrontare le emergenze: facciamo i tamponi a tutti i medici, diamo respiratori al Sud».

Ore 08.30 – La Spagna estende lo stato di emergenza fino al 12 aprile Dopo una lunga seduta parlamentare, i deputati spagnoli hanno approvato un’estensione dello stato di emergenza. Le misure restrittive prese qualche giorno fa — incluso il lockdown — dureranno dunque almeno fino al 12 aprile. «Non è semplice», ha commentato il primo ministro Pedro Sanchez, «ma sono convinto che l’unica opzione efficace contro il virus sia l’isolamento sociale».

Ore 08.20 – Gallera: «Bertolaso sta bene, ricoverato in via precauzionale» «Guido Bertolaso sta bene, al San Raffaele in via precauzionale», fa sapere l’assessore al Welfare della regione Lombardia, Giulio Gallera, intervistato ad Agorà. L’ex capo della Protezione civile, 70 anni, scelto come consulente della Regione Lombardia per portare avanti il progetto dell’ospedale negli spazi della Fiera di Milano, è entrato in ospedale martedì sera, dopo essere risultato positivo al tampone alcuni giorni fa. «A Milano Bertolaso non ha un appartamento», spiega Gallera, «era collocato in un luogo non idoneo per l’isolamento. Per questo è stato portato al San Raffaele. Ma sta bene, anche troppo, nel senso che chiama, dispone e agisce».

Ore 8.15 – Italiani licenziati bloccati in Australia Ancora molto incerta in Australia la situazione degli italiani con visto temporaneo che in questi giorni stanno cercando di tornare in patria. Dall’Ambasciata d’Italia in Canberra fanno sapere che «al momento non sono previsti voli speciali di rientro verso l’Italia dall’Australia», ma che è in atto un costante lavoro per tenere aperte le tratte attualmente disponibili e a prezzi accessibili. Fonti dell’ambasciata, citate oggi dai bisettimanali in lingua italiana Il Globo di Melbourne e La Fiamma di Sydney, informano tuttavia che fino al 15 aprile la Qatar Airways, che continua a operare regolarmente dall’Australia e ha posti disponibili in economy, ha messo a disposizione dei viaggiatori di rientro uno sconto del 10%. Tra i lavoratori stranieri licenziati con le chiusure di innumerevoli aziende, circa un milione e mezzo in tutta l’Australia, gli italiani sono numerosi. Ora sono bloccati in Australia senza accesso alle coperture di sicurezza sociale come il sussidio di disoccupazione.

Ore 7.30 – In Russia stop a tutti voli internazionali La Russia ha deciso di fermare tutti i voli internazionali per contenere la diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il governo di Mosca.

Ore 07:15 – In Cina 67 nuovi casi, tutti importati In Cina sono stati riportati 67 nuovi casi di contagio da coronavirus e sei decessi. Lo ha annunciato stamani la Commissione sanitaria nazionale, rilevando che nessuno dei nuovi casi è stato registrato nella provincia di Hibei, epicentro dell’epidemia. Le nuove infezioni, ha riferito la Commissione, sono tutti casi «importati» dall’estero. In seguito, il viceministro degli Esteri Luo Zhaohui ha chiarito che nel 90% dei casi questi contagi provenienti dall’estero riguardano persone di nazionalità cinese, il 40% di loro è rappresentato da studenti che vivono e studiano oltreconfine. In Corea del Sud, invece, i nuovi casi registrati ieri sono saliti a 104, di cui 57 importati.

Ore 07.00 – Il Senato Usa approva il maxi piano di aiuti Il Senato federale degli Stati Uniti ha approvato all’unanimità in pacchetto di stimolo da 2mila miliardi, teso a contenere le ricadute economiche e occupazionali della pandemia di coronavirus. Il provvedimento è il più vasto pacchetto di stimolo economico approvato nella storia moderna degli Stati Uniti: l’approvazione da parte della Camera dei rappresentanti dovrebbe giungere venerdì.

26 marzo 2020 (modifica il 26 marzo 2020 | 08:55)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Read More

Gib den ersten Kommentar ab

Kommentar verfassen